#buonoasapersi

Veg Passion!

#buonoasapersi



POVERE DI CALORIE, MA RICCHE DI NUTRIENTI E ANTIOSSIDANTI, LE VERDURE SONO PARTE INTEGRANTE DI UNA DIETA EQUILIBRATA.

Fatta eccezione per i semi e i tuberi, le verdure vantano un basso apporto energetico (in media, circa 20-30 kcal ogni 100g di prodotto). Il loro contenuto calorico è quasi interamente rappresentato dai carboidrati semplici, mentre proteine e grassi svolgono soltanto un ruolo marginale.
Le verdure sono inoltre ricche d’acqua (fino al 95% del loro peso). Hanno poi un ottimo quantitativo di fibra, che, pur non avendo di per sé valore nutritivo, è essenziale per la regolazione di molteplici funzioni fisiologiche.

CONSUMARE VERDURA AI PASTI PRINCIPALI SIGNIFICA, INOLTRE, FARE IL PIENO DI VITAMINE E MINERALI.

Tra le vitamine più comunemente presenti nelle verdure, ricordiamo quelle del gruppo A, C, E e K, ma anche i folati, di cui sono ricche le verdure a foglia. Per quanto riguarda il contenuto salino, spiccano soprattutto minerali come magnesio, potassio, zinco e selenio. Nelle verdure sono spesso presenti anche ferro e calcio, tuttavia in forma poco biodisponibile.

Il consumo regolare di verdura apporta notevoli benefici all’organismo. L’abbondanza d’acqua, ad esempio, reidrata il fisico e promuove il mantenimento dell’equilibrio salino.

La ricchezza di fibra conferisce alle verdure ulteriori proprietà. Oltre a regolarizzare l’intestino e a favorire il senso di sazietà, le fibre migliorano la funzione metabolica in quanto rallentano la digestione e prolungano i tempi di assorbimento soprattutto degli zuccheri riducendo il rischio di insorgenza di diabete; aiutano a migliorare anche i livelli di colesterolo importante per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

LA PRESENZA DI VITAMINE, IN PARTICOLARE A E C E DI ALTRE SOSTANZE QUALI GLI ANTIOSSIDANTI CONTRIBUISCE A RIDURRE LA FORMAZIONE DI RADICALI LIBERI RESPONSABILI
DELL’ INVECCHIAMENTO CELLULARE.

Per fare il pieno di vitamine e nutrienti, è importante consumare vegetali di diverso tipo. Per semplicità, le verdure si possono classificare per colore. Via libera, quindi, a un vero e proprio arcobaleno nel piatto: se le verdure rosse sono ricche di licopene e vitamina C, quelle giallo-arancio apportano carotene e antocianine; le verdure bianche vantano un buon contenuto di quercetina, mentre gli ortaggi a foglia verde sono un’ottima fonte di magnesio, acido folico e folati.

#buonoasapersi

COSA MANGIANO I VEG LOVERS?

Ci sono molte persone che hanno un concetto errato sul vegetarianismo e credono che un vegetariano mangi solo verdure.
Intanto va detto che una persona può diventare vegetariana non solo per amore degli animali, ma anche per amore del pianeta terra, essendo il consumo di carne la prima causa d’inquinamento dell’ambiente. Altri decidono di diventare vegetariani per problemi di salute o per intolleranze alimentari.
Forse quello che non è chiaro alle persone è che i vegetali o la vegetazione non sono termini che definiscono solo le verdure o la frutta! La parola vegetazione identifica la vita vegetale e la vita vegetale a sua volta identifica le piante. Quindi i vegetariani mangiano piante, cosa che include non solo le verdure o i frutti degli alberi, ma anche semi, funghi, alghe, legumi (nascono dalla pianta), cereali (che sono piante a tutti gli effetti, quindi riso, pasta, pane, pizza, dolci…) e via dicendo.
Quindi, sfatiamo il mito che il vegetariano mangia solo verdura. Non a caso ci sono centinaia di gruppi in Facebook e di siti in Internet dove le persone postano le foto con la ricetta di ciò che mangiano, proprio per dimostrare che essere vegetariani non è una privazione. Fra l’altro nel mondo vegetariano esistono anche i sostituiti della carne che hanno lo stesso gusto e che si cucinano allo stesso modo (seitan, mopur, grano di
muscolo…), per cui NESSUNA PRIVAZIONE.

Ci sono molte tipologie diverse di vegetariani:
Latto-ovo-vegetariani
Latto-vegetariani
Ovo-vegetariani
Vegani
Vegani crudisti (raw)
Fruttariani